Sommario:
La sintomatologia del disturbo ossessivo compulsivo viene curata con terapie miranti ad estinguere il ripetersi degli atti compulsivi e dei pensieri ossessivi. In realtà i sintomi sarebbero un epifenomeno che nasconde il sottofondo depressivo al quale il disturbo è inscindibilmente legato.
Lo squilibrio omeostatico, che ne è conseguito a vari livelli a causa di un deficit di noradrenalina, dopamina ,nonché di oppioidi endogeni, induce nei soggetti quei vissuti autodistruttivi che danno forma ai fantasmi del DOC. Più l’io si sente debole e minacciato e più questi dominano e governano la mente di chi ne è succube.

Psicomeostasi - Dott. Fernando Gallorini - Arezzo - cel 320 0684804
Powered by Gellus Soluzioni -- Hosting by InitZero

Creative Commons License