La Chimica della Passione

Giugno 20th, 2013

Sommario:
Numerosi modulatori sono implicati in quello stato psicofisico che definiamo innamoramento passionale o romantico che è stato descritto da poeti e letterati sin dalla antichità. L’enfasi è stata posta per lo più sulle estasi e gli appagamenti emotivi che se ne ricava omettendo o sminuendo i pericoli ed i rischi che si corrono quando una tale esperienza serve a colmare uno stato carenziale da cui cerchiamo di fuggire. Il risultato è una condizione di squilibrio neurochimico che apre le porte ad una realtà illusoria con cui dovremo fare i conti.

Psicomeostasi - Dott. Fernando Gallorini - Arezzo - cel 320 0684804
Powered by Gellus Soluzioni -- Hosting by InitZero

Creative Commons License